MANUTENZIONE PERIODICA

Raccolta di tutte le nostre esperienze in merito ai problemi e alle migliorie della nostra amata Futura.
[Sola lettura - le richieste fatele in RSTecnica]

Moderatore: piegachetipassa

Rispondi
Avatar utente
piegachetipassa
Multistradista nel cuore
Messaggi: 9098
Iscritto il: 18/9/2008, 16:24
Moto posseduta: Aprilia Futura Pegaso Ie
Località: Casalmaggiore (CR)

MANUTENZIONE PERIODICA

Messaggio da piegachetipassa » 13/11/2012, 20:02

Visto che abbiamo il cruscotto, che ci segnala quando è ora di fare manutenzione.... FACCIAMOLA

BATTERIA

La manutenzione della batteria è molto importante per la sua durata

CONTROLLO E PULIZIA TERMINALI E MORSETTI

Spostare la cuffia di protezione di colore rosso.
Controllare che i terminali dei cavi e i morsetti della batteria siano:
in buone condizioni (e non corrosi o coperti da depositi);
coperti da grasso neutro o vaselina.
Se necessario:Scollegare nell'ordine il cavo negativo (-) e quello positivo (+).

Molto importante scollegare sempre prima il negativo (-)

Spazzolare con una spazzola di filo metallico per eliminare
ogni traccia di corrosione.
Ricollegare nell'ordine il cavo positivo (+) e quello
negativo (-).

Ricordarsi di collegare sempre prima il positivo (+)

Ricoprire terminali e morsetti con grasso neutro o
vaselina.

RICARICA BATTERIA

IMPORTANTE Sintomo di batteria quasi completamente
scarica si ha quando, premendo il pulsante di
avviamento " ", si sente un rumore di vibrazione proveniente
dal relè di avviamento.
Non rimuovere i tappi della batteria; se rimossi la batteria
si potrebbe danneggiare.
Premunirsi di un adeguato caricabatteria.
Predisporre il caricabatteria per il tipo di ricarica desiderata

Collegare la batteria a un caricabatteria.
Durante la ricarica o l'uso, provvedere a un'adeguata
ventilazione del locale; evitare l'inalazione dei gas
emessi durante la ricarica della stessa.
Accendere il carica batterie.
Ricarica Tensione 12 V
Normale 1 A per 8 - 10 ore
Veloce 12 per 0,5 ore
Consigliato sempre carica lenta e la batteria ringrazia

LUNGA INATTIVITA' DELLA BATTERIA


Nel caso in cui il veicolo rimanga inattivo per più di
venti giorni, scollegare i fusibili da 30 A, per evitare il
degrado della batteria dovuto al consumo di corrente
da parte del computer multifunzione.
La rimozione dei fusibili da 30 A comporta l'azzeramento
delle funzioni: orologio digitale e impostazione
fuorigiri.
Per reimpostare tali funzioni, vedi 2.3 (COMPUTER
MULTIFUNZIONE).
Nel caso in cui il veicolo rimanga inattivo per più di quindici
giorni è necessario ricaricare la batteria, per evitarne
la solfatazione, e sistemarla in un luogo fresco e asciutto, possibilmente non al freddo.
Nei periodi invernali o quando il veicolo rimane fermo,
per evitarne il degrado, controllare la carica periodicamente
(circa una volta al mese).

IMPORTANTE Se la batteria rimane sul veicolo,
scollegare i cavi dai morsetti.




OGNI 7500 KM

Ogni 7500 km si accende sul cruscotto la spia "SERVICE", questa spia ci dice che la nostra amata ha bisogno di coccole e se noi vogliamo che lei ci porti in giro senza problemi, la dobbiamo accontentare.


CAMBIO DELL'OLIO

Per prima cosa con la moto preferibilmente calda, togliamo la carena destra, prendiamo una bacinella capiente, svitiamo il tappo sul motore

Immagine

Uploaded with ImageShack.us

Intanto che si scola l'olio del motore, svitiamo le 2 viti a brugola del filtro dell'olio, recuperiamo il filtro e lasciamo scolare il tutto.
Con un altro recipiente (se il primo non è sufficientemente largo)
svitiamo il tappo del serbatoio



Immagine

Uploaded with ImageShack.us


Sul serbatoio esiste un altro filtro

Immagine

Uploaded with ImageShack.us

che francamente io guardo raramente, nel senso che una retina che tiene un elefante, per cui se non ci sono rotture gravi è difficile che sia sporco.
Scolato per bene tutto l'olio, diamo una pulita con uno straccio eventuali colature, montiamo il filtro nuovo, richiudete tutti i tappi e rimettete l'olio nuovo, 3,5 lt tanto per iniziare, poi il livello giusto lo farete dopo un giro di una 15 di km almeno.



PULIZIA AIR BOX E FILTRO ARIA



Ora togliamo la sella, alziamo il serbatoio,

Per chi non l'ha mai fatto:
con una chiave a brugola del 3 si toglie la mascherina nella parte anteriore del serbatoio, sotto troviamo 2 bulloncini, che svitiamo con la chiave da 8, sotto la sella troviamo un'astina, che va infilata con la parte di gomma nel foro centrale del perno di sterzo e l'altra estremità in uno dei 2 fori dei bulloncini che abbiamo svitato


Immagine

Uploaded with ImageShack.us

Io però ho optato per un altro sistema: un pezzo di nylon di 10 cm X 8 lo interpongo fra il coperchio valvole e la flangia della pompa benzina, (al più presto metterò una foto) in questo modo, non ho intralci di astine dove devo lavorare e non rischio, anche se c'è la gomma di graffiare il dado di sterzo.

Importante: quando alzate il serbatoio, prestate molta attenzione a non alzarlo troppo, perchè il tubo di mandata benzina rischia di fare brutte pieghe
Per la pulizia del filtro aria, andiamo a svitare le viti che tengono il coperchio

Immagine

Uploaded with ImageShack.us

Immagine

Uploaded with ImageShack.us


pulire per bene tutta la scatola dell'airbox, magari aiutandosi con uno spruzzino con petrolio bianco per diluire eventuali traccie di olio e uno straccio per asciugare per bene.
Nel frattempo, vicino al motorino del minimo vedete un tubicino tappato, togliete il tappo che si scola l'olio che c'è dentro

Immagine

Uploaded with ImageShack.us


Se non vediamo il filtro particolarmente sporco possiamo dare una soffiata con aria compressa, consiglio comunque di cambiarlo almeno ogni 15000 km.

CONTROLLO CANDELE

Per il controllo candele, togliamo le carene laterali, togliamo le pipette, consiglio prima di svitare le candele, dare una soffiata con aria compressa alla base delle stesse, per evitare che sassi o altro possa cadere nei fori.
Una volta svitate le candele, controllare che gli elettrodi e l'isolante della candela siano privi di depositi carboniosi o segni di corrosione, eventualmente pulire con un getto d'aria in pressione, gli elettrodi delle candele montate sono del tipo al platino.
Per la pulizia non utilizzare spazzole metalliche e/o prodotti abrasivi, ma esclusivamente un getto d'aria in pressione.
Se la candela presenta screpolature sull'isolante, elettrodi corrosi o eccessivi depositi, o elettrodo centrale con la sommità arrotondata, deve essere sostituita.
Controllare la distanza tra gli elettrodi con un spessimetro del tipo a filo.
Questa deve essere di 0,6 - 0,7 mm, eventualmente
regolarla, piegando con cautela l'elettrodo di massa.
Accertarsi che la rondella sia in buone condizioni. Con
la rondella montata, avvitare a mano la candela per
evitare di danneggiare la filettatura.
sulla filettatura consiglio un filo di grasso rame, che funge da antigrippante
Coppia di serraggio candela: 20 Nm (2,0 kgm).
Candele raccomandate:NGK R DCPR9E
IMPORTANTE Nel rimontaggio i cavi candele del
cilindro posteriore devono essere posizionati all’interno
del tubo sfiato olio.

Intanto che state lavorando in questa zona, altro consiglio importante, è quello di sfilare le bobine, togliere i cavi candela e lavarle per bene con petrolio bianco, in particolare nella zona appunto dei cavi.
La morchia in quella zona con l'umidità può creare delle scariche a massa, che può provocare delle crepe nell'isolamento.
In questo caso la centralina non vi segnala il guasto tramite la spia EFI, perchè la sente funzionare, ma la corrente anziché arrivare alla candela si disperde sul telaio.









PULIZIA CORPI FARFALLATI


Questo lavoro lo possiamo fare 1 volta all'anno o in occasione del prossimo tagliando, 15000 km

In questo caso anche se si riesce, senza togliere completamente il serbatoio io consiglio di toglierlo per lavorare più in sicurezza.
Per fare questo: prepararsi un canestro sufficiente per raccogliere tutta la benza e un tubo con un gancio rapido maschio, io uso quello di plastica vecchio che avevo cambiato in precedenza,



Immagine

Uploaded with ImageShack.us

Sistemare sotto all'innesto rapido maschio un panno per recuperare l'eventuale fuoriuscita di carburante.
Disinserire l'innesto rapido maschio da quello femmina premendo sull'apposito pulsante.
Posizionare l’estremità libera del tubo all’interno del contenitore, precedentemente predisposto. Inserire completamente l’innesto rapido maschio del tubo nell’innesto rapido femmina, il carburante inizierà subito a defluire.
Aprire il tappo del serbatoio per facilitare la fuoriuscita del carburante,
Quando tutto il carburante sarà uscito stacciamo il gancio rapido, con una chiave da 8 mm svitiamo il tubo benzina dal flauto iniettori, stacchiamo il connettore della pompa benzina e solleviamo il serbatoio con molta cura e lo posizioniamo in un luogo sicuro.

Svitiamo i 6 bulloni dei cornetti di aspirazione, sul lato dx i tubi del motorino passo passo con il suo connettore, sul lato sx il tubo di sfiato, e togliere tutta la scatola dell'airbox.

Prima di rimontare l'airbox, consiglio una pulizia la motorino del minimo

Procedete in questo modo

Immagine

Uploaded with ImageShack.us

Svitate le 2 viti, sfilate il motorino, con un pennellino date una bella lavata col solito petrolio, una spruzzata con aria compressa, una spruzzatina con: io di solito uso l'olio per armi, o l'olio per le stecche dei bigliardini, è molto fluido e non crea morchie, ma puo andare benissimo del WD40 o similare se vi è più comodo e rimontate.

Torniamo ai corpi farfallati.
Staccare i connettori degli iniettori, del potenziometro farfalla, i tubi di depressione, (magari fatevi un disegnino o un segno per ricordarvi di rimetterli tutti al loro posto)

Immagine

Uploaded with ImageShack.us

Immagine

Uploaded with ImageShack.us


Scollegare i cavi acceleratore


Immagine

Uploaded with ImageShack.us

Svitate le 2 fascette sui manicotti che tengono il gruppo e sfilate l'intero gruppo.
Io consiglio di svitare con una brugola del 6, anche almeno un collettore, nel momento del rimontaggio sarà tutto più semplice.

Ora con uno straccio pulito, inumidito di petrolio pulite fin dove arrivate i condotti di aspirazione, poi infilate lo straccio nei colettori stessi per evitare che possa cadere corpi estranei.
Al banco lavate bene i corpi farfallati, lubrificate le boccoline con olio fluido (io uso o quello per le armi o quello che si usa sulle stecche dei bigliardini, come dicevo è molto fluido e penetra bene).



REGISTRAZIONE VALVOLE



Arrivati a questo punto se avete già percorso 30000 km dall'ultima registrazione valvole, prima di rimontare tutto, potete procedere a farlo ora.

(Al momento non ho foto, ma alla prima occasione vedrò di farle)

Svitate i 4 bulloni che tengono i coperchi punterie, togliete i 2 coperchi, fate girare il motore fino a quando un asse a camme si trova con un oliva perpendicolare col bicchierino della punteria, in questo modo avete la certezza che la valvola è completamente chiusa, ora con uno spessimetro andate a misurare lo spazio che c'è tra il bicchierino della punteria e la camma, se il valore rientra tra lo 0,12 e lo 0,17 per l'aspira e lo 0,23 e lo 0,28 per lo scarico siete a posto potete rimontare tutto, se siete fuori da questi valori e non siete ferrati con la meccanica è meglio che lasciate fare a qualcun'altro, cmq se volete più avanti vi spiegherò come fare.

Ora rimontate i coperchi, i corpi farfallati, collegate tutto come prima e passiamo alla registrazione dei cavi acceleratore.
é chiaro che se avvertiamo una certa resistenza o inceppatura anche lieve nei cavi, vanno sostituiti.
In caso siano liberi e scorrevoli, facciamo una prima registrazione sulla puleggia farfalla

Immagine

Uploaded with ImageShack.us


poi dal registro sul cavo facciamo la registrazione definitiva


Immagine

Uploaded with ImageShack.us


Sulla manopola del gas, dovremo avere un gioco di un paio di mm.

Ora possiamo montare tutto in senso inverso a come abbiamo smontato



Operazioni da eseguire almeno ogni 2 anni


Sostituzione liquido refrigerante

Operazione da fare a motore freddo.
Rimuovere le carene e il paraspruzzi anteriore, prepararsi un contenitore sufficiente per raccogliere il liquido, svitare il tappo sotto il radiatore dx

Immagine

Uploaded with ImageShack.us

Svitare il tappo di riempimento per agevolare la fuoriuscita del liquido, smontare il vaso di espansione, svitare il tappo del radiatore sx.
Applicare un leggerissimo filo di loctite sui filetti, sostituire le 2 rondelle di alluminio e avvitare i 2 tappi di scarico


Immagine

Uploaded with ImageShack.us

Rimontare il vaso di espansione.
Rabboccare dal bocchettone sino a riempimento.
Con la mano schiacciare e rilasciare alcune volte i manicotti in modo da creare una leggera pressione e permettere il defluire del liquido nei condotti.
Rabboccare nuovamente sino a riempimento.

IMPORTANTE Il giusto livello è raggiunto quando il
livello del liquido si stabilizza subito sotto il bocchettone
di riempimento .
Rimontare il tappo di riempimento.
Effettuare il rabbocco del liquido nel vaso di espansione,
Avviare il motore e farlo funzionare sino all’accensione della ventola di raffreddamento, (io la faccio partire un paio di volte) lasciarlo raffreddare e controllare nuovamente il livello del liquido nel vaso di espansione.
Eventualmente rabboccare,


Sostituzione liquido freni e frizione


IMPORTANTE

NON usare olio DOT 5

Usare solo DOT 4 o in alternativa DOT5.1

Come abbiamo più volte ripetuto il liquido dei freni è igroscopico, quindi assorbe l'umidità dell'aria, questa umidità all'interno dell'impianto frenante, con la temperatura di esercizio si trasforma in vapore, quindi aria che può da prima rendere la pompa spugnosa, ma anche far andare la leva completamente a vuoto.
Ecco perchè si raccomanda la sostituzione dell'olio periodicamente.
Altra raccomandazione:Le perdite di liquido freni danneggiano le superfici verniciate e in plastica, quindi consiglio sempre di mettere uno straccetto sotto dove lavorate.
Posizionare il veicolo sul cavalletto centrale su un terreno solido e in piano.
Ruotare il manubrio completamente verso destra, in questo modo avete il serbatoio della pompa più orizzontale.

Immagine

Uploaded with ImageShack.us


Utilizzando un cacciavite corto a croce svitare la vite destra del serbatoio liquido freni, Ruotare il manubrio completamente verso sinistra e svitare la vite di sinistra.
Con una pompetta o una siringa, aspirate il liquido, riempite con olio nuovo, fate molta attenzione a non spandere il liquido, tenete sempre a portata di mano uno straccetto pulito.

Passiamo sulla ruota, togliere il cappuccio di protezione in gomma dalla valvola di spurgo in una delle 2 ruote.

Immagine

Uploaded with ImageShack.us

Immagine

Uploaded with ImageShack.us


Infilare un tubetto in plastica trasparente sulla valvola di spurgo delle pinze e infilare l'altra estremità del tubetto in un recipiente di raccolta.
Azionare e rilasciare velocemente a più riprese la leva, tenendola poi azionata completamente.
Allentare la valvola di spurgo di 1/4 di giro in modo che il liquido freni defluisca nel recipiente; questo eliminerà la tensione sulla leva del freno e la farà arrivare in battuta a fine corsa.
Serrare la valvola di spurgo, azionare più volte la leva, quindi tenerla azionata completamente e svitare nuovamente la valvola di spurgo.
Ripetere l'operazione fino a quando il liquido che arriva al recipiente è completamente pulito e privo di bollicine d'aria.

IMPORTANTE Durante lo spurgo dell'impianto idraulico, riempire il serbatoio con liquido freni quando occorre.
Verificare che durante l'operazione, nel serbatoio ci sia sempre presente il liquido freni.
Serrare la valvola di spurgo e togliere il tubetto.
Ripetere l'operazione nell'altra pinza

Un consiglio: quando avete finito questa procedura, con uno straccetto di carta, arrotolate uno spigolo e introducetelo nel foro della valvola di spurgo, in modo che l'olio presente nella valvola venga assorbito dalla carta, questo impedirà all'olio che rimane nel raccordo di uscire durante la marcia e non rischiare che qualche gocciolina vada a finire sulle carene.

La stessa procedura vale anche per il freno posteriore.


Anche il liquido frizione richiede la sostituzione almeno ogni 2 anni.
La procedura è la stessa dell'impianto frenante.
Con un cacciavite a stella corto, aprite il serbatoio della pompa

Immagine

Uploaded with ImageShack.us



Sempre con una siringa aspirate il liquido del serbatoi, e riempite con olio nuovo.
Togliere il cappuccio di protezione in gomma sul cilindretto attuatore frizione


Immagine

Uploaded with ImageShack.us


Infilare un tubetto in plastica trasparente sulla valvola di spurgo e infilare l’altra estremità del tubetto in un recipiente di raccolta.
Azionare più volte la leva e tenetela schiacciata, allentare la valvola di spurgo di circa mezzo giro e rilasciare la leva molto lentamente, ripetete la stessa operazione finché dal tubicino vedete arrivare olio nuovo.
;IMPORTANTE Verificare che durante l’operazione,
nel serbatoio sia sempre presente il liquido.
Prima di riposizionare il cappuccio di gomma, asciugate con il solito straccetto di carta l'olio residuo nel raccordo di spurgo.
Rabboccate e richiudete il serbatoio.


SOSTITUZIONE OLIO FORCELLE


Posizionare il veicolo sul cavalletto centrale sopra una pedana elevatrice con la ruota anteriore sporgente oltre il bordo pedana.
Fissare tramite cinghie il retrotreno alla pedana in modo da sollevare la ruota anteriore.
In mancanza della pedana, dopo aver tolto le carene posizionate un cric o degli spessori di legno sotto il catalizzatore, in modo di tenere alzata la ruota anteriore.
Rimuovere la ruota anteriore.
Rimuovere il parafango anteriore.
Svitare e togliere le due viti e sfilare entrambe le pinze freno lasciandole vincolate al tubo freno.

Allentare le 2 viti con una chiave del 10 della piastra superiore e del semi manubrio che bloccano lo stelo,


Immagine

Uploaded with ImageShack.us


allentare le 2 viti della piastra inferiore


Immagine

Uploaded with ImageShack.us


Ora sfilate lo stelo.

Il lavoro che segue, richiede 3 attrezzi, facilmente costruibili da soli.
Il primo lo chiameremo "A" sono 2 semi gusci di nylon che abbracciano lo stelo forcella per non rovinarlo in morsa.
Questo potrebbe essere il più complicato, per chi non puo avere un tornio, o un tornitore che possa farlo, ma cmq si può optare mettendo della gomma o similari tra le ganasce della morsa e lo stelo


Immagine

Uploaded with ImageShack.us


Il secondo, lo chiameremo "B" si tratta di tagliare un pezzo di tubo col foro interno di ... mm, fare 2 fori filetteti da M10, in cui avvitare 2 vit lunghe che ci serviranno da leva, poi tagliare il tubo come da foto

Immagine

Uploaded with ImageShack.us


Il terzo lo chiameremo "C" è il più facile, basta un pezzo di lamiera e una intagliatura col flessibile di 10 /12 mm

Immagine

Uploaded with ImageShack.us




L’operazione di smontaggio non è complicata, ma deve essere svolta con la massima attenzione.

Ruotare completamente in senso antiorario il registro superiore a vite di regolazione per frenatura idraulica in estensione.



Immagine

Uploaded with ImageShack.us



Rimuovere l’anello di fermo.
Svitare e togliere il regolatore di precarico molla, e sfilare lo spintore.



Immagine

Uploaded with ImageShack.us



Posizionare lo stelo portaruota-fodero in una morsa interponendo i due semigusci dell’attrezzo "A"


Immagine

Uploaded with ImageShack.us


Allentare il tappo superiore fodero, togliere dalla morsa lo stelo portaruota-fodero.
Mantenendo in verticale lo stelo portaruota-fodero, svitare completamente il tappo superiore.
Posizionare l'attrezzo "B" in modo che le le viti si inseriscano nei fori sul tubo premimolla


Immagine

Uploaded with ImageShack.us



Tirare verso il basso e contemporaneamente infilare l’attrezzo "C" a forchetta tra il dado di bloccaggio e la rondella


Immagine

Uploaded with ImageShack.us


Tenendo fermo il pompante, tramite una chiave da 17 tenete fermo il dado mentre con un altra chiave svitate il tappo superiore.



Immagine

Uploaded with ImageShack.us


Ora tirando ancora verso il basso l'attrezzo"B" togliete il lamierino "C" e l'attrezzo "B"


Immagine

Uploaded with ImageShack.us


Togliete in sequenza tutti i particolari. la rondella, cursore
IMPORTANTE Prima di togliere completamente, mantenere per qualche secondo il tubo premimolla e la molla appena fuori dallo stelo in modo che una parte di olio goccioli all’interno dello stesso.
Togliere il tubo premimolla completo di molla e anello di scorrimento.
Rovesciate lo stelo e vuotate l'olio in un recipiente.
IMPORTANTE Per fare fuoriuscire tutto l’olio pompare lentamente e alternativamente il pompante nel fodero (otto - dieci volte).
Al termine lo stelo scorrerà all’interno del fodero liberamente.
APRILIA nel CUORE NELL' ANIMA!!
:nonno:

Rispondi

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 0 ospiti